L’alveolite è un problema che può presentarsi in occasione di un’estrazione del dente del giudizio ma, l’alveolite post-estrattiva, è una complicanza che può verificarsi ad ogni modo dopo ogni estrazione. Il dente, una volta estratto, lascia vuota la porzione di osso dove era contenuto, la cavità alveolare. Di solito la cavità alveolare viene riempita dal coagulo di sangue residuato dall’intervento di estrazione, che ha anche una funzione protettiva. Se questo non avviene e la cavità si trova esposta all’ambiente esterno, può insorgere l’infiammazione, il cui primo sintomo, purtroppo, è il dolore che, invece di diminuire come ci si aspetterebbe, aumenta di intensità dopo i primi giorni. Il dolore è forte e persistente ed aumenta di intensità durante la notte. Tende ad irradiarsi alle zone vicine, in particolare l’orecchio. Può durare per giorni o, in casi particolarmente gravi, addirittura per settimane.

L’origine dell’alveolite post estrattiva è ancora sconosciuta, anche se gli esperti escludono che possa trattarsi di una conseguenza di processi di natura infettiva. Recentemente sono state accertate e classificate diverse condizioni predisponenti:

  • età: il rischio aumenta dopo i 40 anni
  • sesso femminile: l’incidenza è superiore nella donna sia per l’assunzione di contraccettivi orali che durante i ciclo mestruale
  • infezione dentale preesistente all’intervento
  • fumo
  • scarsa igiene orale
  • malattia parodontale cronica
  • risciacqui prolungati e molto energici dopo l’estrazione.

 

Perché il dolore?

L’ipotesi generalmente più accettata del dolore è lo svuotamento dal coagulo alveolare: il coagulo ematico blocca il sanguinamento ed è l’elemento di base per la formazione del tessuto di granulazione, grazie al quale gli osteociti potranno procedere alla formazione di nuovo tessuto osseo. Nell’alveolite post-estrattiva il coagulo sanguigno non è presente in quantità sufficiente e la formazione del tessuto di granulazione rallenta con conseguente allungamento dei tempi di guarigione.  Pur essendo molto dolorosa, l’alveolite non è grave ed il trattamento appropriato è quello, farmacologico, per controllare la sintomatologia dolorosa.

Consigli post-intervento?

E’ importante anche seguire i consigli che vengono consegnati ai pazienti dopo l’intervento e che, riepilogando, sono:

  • lasciare il tampone di garza posizionato per permettere la formazione del coagulo
  • non effettuare sciacqui durante le prime 24 ore post intervento, per evitare il rischio che il coagulo possa sciogliersi o spostarsi
  • eseguire sciacqui leggeri e per non oltre 30” con collutori contenenti clorexidina allo 0,12% – 0,20% o con acqua e sale,ogni 12 ore per 7 giorni;
  • non effettuare manovre o movimenti che possano spostare il coagulo dalla sede alveolare
  • non usare il dentifricio
  • bere lentamente meglio se utilizzando cannucce
  • la dieta deve essere fredda a base di liquidi e/o cibi morbidi che vanno comunque masticati dal lato opposto a quello del dente estratto,
  • no alcol
  • no fumo
  • eseguire sempre un igiene orale accurata, utilizzando il filo interdentale

 

Raccomandiamo a tutti i nostri pazienti che hanno subito un’estrazione dentale di chiamarci subito in studio in caso di dolore elevato.

Leave a reply